Skip to content Skip to navigation

"Vivi la data"

Versione stampabilePDF version
calendario costituzione

Un calendario civile per acquisire consapevolezza della propria  appartenenza e cittadinanza attiva.

Il progetto sul Calendario Civile, proposto da me quest’anno, ha come obiettivo quello di far crescere negli studenti la consapevolizzazione, attraverso un percorso di approfondimento e ricerca, della propria appartenenza e cittadinanza attiva, sia in sintonia con le linee guida dell’insegnamento dell’educazione civica sia in una prospettiva autonoma di sviluppo.

Come afferma lo storico Umberto Gentiloni, Abbiamo bisogno di un calendario civile che promuova partecipazione e conoscenza in forme nuove e non episodiche: guardare al passato per comprendere, celebrare per conoscere, trasmettere e ricordare rafforzando così il tessuto di una comunità nazionale. Ingredienti utili per sconfiggere i rischi dell’oblio, preziosi per costruire una cittadinanza capace di non smarrirsi nelle sfide del nostro tempo”.

Ci sono vari eventi significativi che possono costituire un patrimonio collettivo sensibile alla memoria, una memoria non sterile o relegata solo ad anniversari e commemorazioni, ma viva e dinamica, punto di arrivo e di partenza per una sempre più definita coscienza civile.

La possibilità di costruire un calendario civile, oltre alla pregnanza strutturale di apertura verso l’acquisizione di maggiore coscienza civica, ha offerto, a mio avviso, una duplice rilevanza metodologico/didattica traducendola  in operatività.

Da un lato gli studenti hanno avuto infatti l’occasione di approfondire una data, muovendosi all’interno delle varie discipline e dei loro apporti e realizzando efficacemente quella modalità multidisciplinare di cui spesso si parla, ma che non sempre risulta di facile attuazione. La storia, la filosofia, la storia dell’arte, la letteratura, le scienze, … tutte le discipline sono state in modo più o meno accentuato coinvolte consentendo di muovendosi in una sorta di giostra ermeneutica, interattiva, di cui gli studenti sono stati i protagonisti attivi e creativi.

In secondo luogo le scelte e i percorsi, che possono spaziare in un orizzonte ampio e variegato, hanno seguito una direzione di approfondimento “dal semplice al complesso, dal generale al particolare” e viceversa, creando così straordinarie  opportunità, diverse per impostazione e ricerca, utilizzando ambiti noti e meno noti, realtà nazionali e più strettamente locali … in una parola hanno reso possibile la realizzazione di quella che oggi si chiama prospettiva “glocale” cioè globale e locale, come strumento di conoscenza e consolidamento consapevole dei saperi.

Ringrazio i colleghi che con le loro classi hanno aderito al progetto. In particolare la Prof. Angela Schinella che mi ha supportato con la mente e con il cuore nella realizzazione, il prof. Roberto Feruglio, la Prof.  Elisa Angeli, il Prof. Valerio Marchi nonché i colleghi dei CDC  che hanno apprezzato e sostenuto l’iniziativa  con entusiasmo dall’inizio, nonostante le difficoltà di quest’anno scolastico.

Sono stati realizzati vari lavori, sotto forma di powerpoint e/o di video a volte corredati anche da relazioni in cui ogni data (dalle più note come la giornata per le vittime della mafia o dell’emigrazione a quelle più recenti, (come il crollo del Ponte Morandi) si muove, si ascolta, si percepisce in tutta la sua consistenza semantica e concettuale, inserita nella trama della storia e della memoria, del passato che s’intreccia con il presente in uno scambio fecondo e ricco di opportunità su cui riflettere.

Gli studenti hanno lavorato con interesse, impegno ed entusiasmo e un grande grazie va anche a loro che si sono dedicati alla ricerca, all’approfondimento, alla realizzazione di questo calendario che appartiene a tutti.

Inserirò in un drive alcuni esempi dei lavori svolti, affinché tutti possano partecipare e fruire  di questo impegno collettivo.

Viviamo insieme a loro le date di questo Calendario Civile. Come diceva lo scrittore Elias Canetti, quando la stabilità è incerta e si ci sente preoccupati, le date che ci ricordano il nostro passato e il nostro presente ci aiutano ad andare avanti con determinazione. 

Fiammetta Bonsignore 

 

Destinatari: 
Docenti
Famiglie
Studenti