Skip to content Skip to navigation

Studenti del Marinelli in visita al Castello di Colloredo

Versione stampabilePDF version

Nella mattinata di lunedì 21 marzo alcuni studenti del Liceo Marinelli hanno avuto la possibilità di visitare il castello di Colloredo di Monte Albano e il cantiere per il recupero del manufatto crollato durante il terremoto del 1976. La visita rappresenta il primo passo del progetto promosso dal comune collinare in collaborazione con il nostro istituto. È stata una mattinata intensa e formativa. I ragazzi, divisi in gruppi, hanno visitato la chiesa, il cantiere del castello e assistito a una lezione di storia tenuta dal professor D'Eredità. Gli studenti sono stati inizialmente accolti nella sala convegni del castello dal sindaco Ovan, dall'assessore Rigo, dal Dirigente del Liceo Stefanel e dagli eredi dei Colloredo, Leonardo Ligresti Tenerelli e Nicolò Custoza de Cattani. È stata sottolineata l'importanza che i Colloredo hanno avuto nella storia del territorio non solo friulano, ma anche italiano ed europeo. Dagli interventi però è emersa anche la necessità di valorizzare quanto fatto dalla famiglia Colloredo, perché tutti possano apprenderne la storia, partendo dalla conoscenza diretta dei luoghi in cui è vissuta. Il Dirigente Stefanel ha evidenziato come il progetto rappresenti un'ottima opportunità per gli studenti: non si tratta solo di studiare il passato, ma di poter riflettere su cosa fare per il futuro, per fornire maggiori informazioni sul castello e promuoverne la conoscenza. Suddivisi in gruppi, i ragazzi accompagnati da Custoza hanno visitato la chiesa dei SS. Andrea e Mattia, mentre Ligresti ha guidato gli studenti all'interno del cantiere, descrivendo com'era il castello prima del sisma del 1976. Durante la mattinata è intervenuta anche l'assessore alle infrastrutture e territorio del Friuli Venezia Giulia Mariagrazia Santoro. L'assessore ha invitato i ragazzi ad essere curiosi: "I vostri sono più occhi che raccolgono interessi diversi, cercate in questa giornata la vostra curiosità, la vostra declinazione perché qui si spazia dalla dimensione ingegnerestica a quella architettonica, dalla storica alla economica (questo è l'ultimo grande cantiere post-terremoto che è costato 18 milioni). Quello che oggi state svolgendo ha una valenza didattica nel più alto senso del termine".

Alla fine della mattinata gli studenti sono apparsi particolarmente colpiti ed emozionati per l'esperienza vissuta: non capita tutti i giorni di poter visitare il cantiere della ricostruzione di un castello con origini trecentesche.

Nella foto, da sinistra a destra, il sindaco Ovan e l'assessore Santoro.

 

 

Destinatari: 
Docenti
Famiglie
Studenti