Skip to content Skip to navigation

Studenti del Marinelli ambasciatori alle Nazioni Unite

Versione stampabilePDF version

Dal 28 febbraio al 5 marzo ventinove studenti del Liceo Scientifico “G. Marinelli” di Udine, accompagnati dalla prof.ssa Silvana Muzzatti, partecipano a New York al Progetto Studenti Ambasciatori delle Nazioni Unite. Il progetto ha come obiettivo il consolidamento della cultura del dialogo e della concertazione nelle fasce giovanili della società civile, in quanto si rivolge a ragazzi tra i 16 e i 20 anni, frequentanti le classi terze, quarte e quinte delle scuole superiori. Il National High School Model United Nations (NHSMUN) è la più completa simulazione di processi diplomatici multilaterali e riproduce integralmente la struttura delle Nazioni Unite. L'organizzazione dei corsi di formazione per la partecipazione degli studenti dell'Italia settentrionale ai MUN, Model United Nations, è affidata all'Italian Diplomatic Academy di Verona.

Gli studenti del Marinelli, selezionati in base all'interesse dimostrato e al livello posseduto della lingua inglese, da novembre hanno seguito lezioni frontali pomeridiane (per un totale di 50 ore) tenute da docenti universitari e funzionari delle principali agenzie delle Nazioni Unite, esperti di legalità, di diritto, di relazioni internazionali, di individuazione delle aree di conflitto. Gli interventi erano finalizzati anche all'acquisizione della terminologia della diplomazia, ad apprendere nozioni per rendere efficace la comunicazione e per vestirsi in modo appropriato al ruolo, tanto che i ragazzi frequentavano le lezioni in giacca e cravatta.

Una seconda fase del progetto ha previsto l'elaborazione di un Position Paper, ossia un elaborato in lingua inglese in cui tracciare in modo sintetico la posizione del Paese rappresentato (80 ore di ricerca e studio individuale). Il Position Paper è stato sottoposto al docente tutor, corretto e rivisto per essere presentato durante la simulazione che si svolgerà presso il Palazzo di Vetro di New York.

Infatti, la terza fase del progetto prevede il viaggio a New York e l'incontro con i delegati delle altre Nazioni, tra cui 700 studenti provenienti dal Nord d'Italia. I ragazzi lavoreranno in Commissioni e simuleranno l'attività di negoziazione e dibattito attraverso la redazione delle Risoluzioni finali, di cui terranno conto i reali Diplomatici di carriera (per un totale di 70 ore).

Inoltre, in occasione del settantesimo anniversario della fondazione dell'ONU (1945) e del sessantesimo anniversario della adesione dell'Italia all'Organizzazione (1955), si svolgerà un meeting riservato agli studenti italiani e alla Italian Diplomatic Academy con la partecipazione dell'ambasciatore italiano, del rappresentante UE, dell'ex presidente dell'Assemblea Generale e dell'inviato speciale dell'ONU per i giovani.

Oltre alla comprensione dell'attualità internazionale, delle relazioni interstatali e delle attuali tensioni globali e relative modalità di risoluzione pacifica, scopo del programma è anche quello di fornire competenze spendibili nel mondo del lavoro: public speaking, team work, gestione dello stress, problem solving. Per gli studenti delle terze la partecipazione al progetto vale come alternanza scuola-lavoro, completando con quest'unica esperienza tutte e 200 le ore previste.

Nella foto alcuni studenti che partecipano al Progetto, assieme alla prof.ssa Muzzatti e al Dirigente Stefanel.

Destinatari: 
Docenti
Famiglie
Studenti