Skip to content Skip to navigation

Simone Gasparini secondo nazionale alle Olimpiadi di Neuroscienze

Versione stampabilePDF version

Il 30 aprile si è svolta presso l'Università degli Studi di Brescia la fase nazionale delle Olimpiadi di Neuroscienze. Uno dei rappresentanti regionali era lo studente della 5^G, Simone Gasparini, che si è classificato secondo!

Le Olimpiadi delle Neuroscienze costituiscono le fasi locale e nazionale della International Brain Bee (IBB): una competizione internazionale che mette alla prova studenti delle scuole medie superiori, di età compresa fra i 13 e i 19 anni, sul grado di conoscenza nel campo delle neuroscienze. L’obiettivo principale della competizione, promossa dalla Società Italiana di Neuroscienze, è accrescere fra i giovani l’interesse per la biologia in generale e per lo studio della struttura e del funzionamento del cervello umano, l’organo più complesso del nostro corpo. L'edizione 2016 delle Olimpiadi delle Neuroscienze è stata organizzata dall'Università degli Studi di Brescia, promossa dal Dipartimento di Medicina Molecolare e Traslazionale. Le Olimpiadi delle Neuroscienze si sono articolate in 3 fasi:

  1. Fase locale (20 febbraio 2016): avvenuta nelle singole scuole. Ogni scuola deve individuare i 5 migliori studenti.

  2. Fase regionale (18 marzo 2016): si è svolta al polo universitario di Valmaura a Trieste e sono stati selezionati i 3 migliori studenti per ogni regione (Mattia Sandrelli e Micol Boschin dell’ISIS Malignani e il nostro Simone Gasparini).

  3. Fase nazionale (30 aprile 2016): si è svolta a Brescia, dove, tra i 3 migliori studenti di ogni competizione regionale, è stato individuato il vincitore nazionale.

La competizione è stata vinta da Chiara Di Censo, del Liceo scientifico "E. Fermi" di Sulmona.

 

A Simone vanno i complimenti di tutto il Liceo!

Destinatari: 
Docenti
Famiglie
Personale ATA
Studenti