Skip to content Skip to navigation

A Sappada per il progetto “La Memoria delle Cime”

Versione stampabilePDF version

Giovedì 5 dicembre, le classi 4C, 4H e 4N del nostro Liceo si sono recate a Sappada, accompagnate dai professori Basana, Francescut, Bergomas e Marano per partecipare al progetto “La Memoria delle Cime”, proposto da diversi anni nel nostro liceo e che ha come scopo quello di conoscere meglio e valorizzare uno dei luoghi simbolo del Primo Conflitto Mondiale. 

Favoriti dal tempo splendido ed “armati di ciaspole e bastoni da trekking”, gli studenti hanno percorso una decina di km a piedi ripercorrendo la strada che sale da Cima Sappada verso le sorgenti del Piave, il fiume Sacro alla Patria, in una splendida cornice naturalistica caratterizzata da un paesaggio innevato come se fossimo già in pieno inverno. 

Le parole chiave dell'uscita sono state diverse. 

Prima fra tutte “ La Grande Guerra”, evento bellico che vide attivamente impegnate questa zona dell'Italia ed in particolare  la nostra regione e sul quale si sono potute ampliare ed approfondire le conoscenze degli studenti sia attraverso dei mini focus  storici lungo il cammino, indicando i luoghi particolarmente significativi dove austriaci ed italiani hanno combattuto, evocando tra l’altro alcuni episodi di rilievo accaduti,  sia con la successiva visita pomeridiana al Piccolo Museo di Forni Avoltri magistralmente condotta dal curatore della mostra permanente il sig. Pinna. 

“Emozione ed empatia” vissute passeggiando sugli stessi sentieri che hanno visto impegnati i nostri bisnonni nei combattimenti e dove l’esperienza didattica è diventata pretesto per fissare alcuni elementi fondamentali della vita in trincea e delle condizioni in cui erano costretti a vivere i soldati in guerra. 

“Multidisciplinarità” poichè di fatto si sono potuti mettere assieme i diversi elementi storici, sportivi e naturalistici che l’escursione comprendeva.

È stata di certo un'esperienza positiva per tutti, impegnativa, divertente e coinvolgente ma anche fonte di riflessioni su ciò che accaduto nel nostro Paese un secolo fa. Indimenticabile sicuramente lo sarà stata anche per i 5 nostri ospiti australiani che per la prima volta hanno potuto godersi e vivere la montagna e la neve. 

Un ringraziamento doveroso va alle guide esperte Gian Marco e Roberto che ci hanno accompagnati lungo il percorso con maestria e passione e che, oltre all’inquadramento storico, hanno fatto sperimentare agli studenti ed alle studentesse le tecniche del Winter Nordic Walking, e svolto una piccola dimostrazione su metodi per intervenire e prestare soccorso in caso di emergenze causate  da valanghe e slavine. 

Si ringraziano sinceramente anche i professori accompagnatori che hanno reso quest'uscita interessante e, nello stesso momento, divertente grazie anche al clima sereno e cordiale che sono riusciti a creare.

A cura di Mattia Turello (4C).