Skip to content Skip to navigation

Marinelli secondo al TESSI CROSSBORDER AWARD

Versione stampabilePDF version

Eco-sostenibilità: consegnati in AREA Science Park i TESSI Crossborder Award, nella cerimonia di premiazione che si è svolta il 09 aprile 2015.

Il Liceo Marinelli si è classificato al secondo posto nella categoria multimedia presentando un video “Il Bravocchiali” visibile su You Tube.

45 scuole coinvolte in Italia e in Slovenia, 220 insegnanti iscritti a corsi di formazione e, soprattutto un Premio, il “TESSI Crossborder Award”, al quale hanno partecipato 25.131 studenti 2936 insegnanti. Sono i numeri riepilogativi delle tre edizioni di TESSI – Teaching Sustainability across Slovenia and Italy, progetto finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dai fondi nazionali.

Idee creative, attività pratiche e condivisione sono stati gli elementi costitutivi dei progetti premiati, suddivisi in tre categorie: “scuole”, “studenti” e “multimedia”. Lavagna interattiva, personal computer, forno e caricatori solari, registratori di dati digitali, home theatre, action camera e videocamere digitali sono i premi ricevuti dai primi tre classificati di ogni categoria.

Quest’anno si è deciso di partecipare alla terza edizione del concorso TESSI, con due classi (1M/4F) per esprimere un esempio di coinvolgimento attivo in ambito scolastico. Si sono organizzate lezioni sul tema dell’educazione allo sviluppo sostenibile con interventi di esperti esterni e con ricerche e approfondimenti sui report che ogni giorno ci evidenziano un pianeta sempre più malato e rovinato dalla speculazione , da parte dell’uomo moderno, delle sue risorse

Nel Liceo da anni si è sviluppato un percorso che si occupa di “riciclo”. In modo specifico si è organizzata la raccolta differenziata nelle classi con l’utilizzo di appositi contenitori di diverso colore. Da questa operazione sono partiti ,gli allievi di 4F assieme a quelli di 1M per dare nuova vita ad un materiale di rifiuto, il tetrapak(cartone accoppiato).

Cercando sulla rete hanno trovato una serie di artisti che sono riusciti ad ideare e realizzare oggetti con materiale riciclato. In modo particolare la famosa stilista di moda Vivienne Westwood che usa materiale riciclato per alcuni suoi abiti ha dato lo spunto per dare corpo alle loro idee ed è sembrata fosse un’idea originale mettere in relazione il riciclo e l’ambito degli accessori di moda. Si è notato che il design di alcune custodie portaocchiali di questa stilista si prestava ad essere realizzato con il Tetrapak di un contenitore variopinto del succo di frutta. La struttura di questo materiale ha suggerito la realizzazione di questo piccolo oggetto sgargiante, leggero, economico e facilmente replicabile. Alcuni studenti di 4F/1M sono riusciti, trasformando l'aula in un improvvisato laboratorio manifatturiero, a registrare la realizzazione del prodotto/custodia in un video dove vengono descritte le sequenze del processo di fatturazione del prodotto. Video: Al termine di una lezione di chimica durante l'intervallo-merenda ci si accorge che con il contenitore del succo di frutta si può dar vita a qualcosa di nuovo, di utile e pratico il “ BRAVOCCHIALI" .

Esprimiamo grande soddisfazione per questo importante traguardo che ancora una volta mette in evidenza le capacità e la voglia di mettersi in gioco dei nostri ragazzi!

 

 

Destinatari: 
Docenti
Famiglie
Studenti