Skip to content Skip to navigation

La banalità dell'orrore nelle voci dei ragazzi jihadisti

Versione stampabilePDF version

 Per i prossimi 5 e 6 febbraio 2018 la Biblioteca di Istituto ha organizzato due tappe (vedi l'allegata locandina) del secondo degli Incontri con l’autore di quest’anno. Protagoniste ne saranno con le giornaliste Anna Migotto, friulana di origine, e Stefania Miretti, autrici del libro Non aspettarmi vivo. La banalità dell’orrore nelle voci dei ragazzi jihadisti, frutto di un’inchiesta da loro svolta sul campo, in Tunisia, raccogliendo interviste e storie riguardanti alcuni giovanissimi jihadisti e le loro famiglie, alla ricerca delle ragioni, del contesto che le ha prodotte, degli effetti di un fenomeno che riguarda la complessità del mondo che chiamiamo “globalizzato”.  Il volume, edito da Einaudi, è uscito nel 2017.

Il primo appuntamento sarà lunedì 5 febbraio, alle ore 18.00, nell’Aula Magna del liceo, aperto a tutta la cittadinanza; il 6 febbraio, all’Auditorium Zanon, le autrici incontreranno circa 700 studenti del liceo Marinelli, di cui molti hanno letto già il libro o parti di esso, sotto la guida dei loro docenti.

Dialogherà con le autrici la prof.ssa Costanza Travaglini, responsabile della Biblioteca di Istituto.

 

 

Destinatari: 
Docenti
Famiglie
Studenti