Skip to content Skip to navigation

Celebriamo i 70 anni della Costituzione

Versione stampabilePDF version

 

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.”

Questo è il primo articolo della Costituzione italiana, la legge fondamentale alla base del nostro Stato. Approvata dall’Assemblea Costituente il 22 dicembre 1947, firmata il 27 dicembre dello stesso anno ed entrata in vigore il 1° gennaio del ’48, festeggia in questi giorni i suoi 70 anni di vita. Si tratta di un’opera rivoluzionaria, frutto del desiderio di riscatto conseguente agli avvenimenti della Seconda Guerra Mondiale e della necessità di riformarsi. Un nuovo Stato, un nuovo inizio e il ricordo dell’oppressivo regime fascista da cui ripartire. La Costituzione è l’elemento cardine del nostro sistema legislativo e governativo, ma la maggior parte degli italiani, soprattutto i giovani, non conosce tutti i suoi contenuti. Fa eccezione però il primo articolo, imparato a memoria da molti, il quale riassume l’idea di Italia che gli illuminati riformatori del dopo guerra avevano in mente quando scrissero la Costituzione. Un’idea che dopo settant’anni ancora vive e vale per l’Italia del presente. Personalmente, prima di scoprire che in questi giorni ricorre l’anniversario della Costituzione, non avevo mai considerato l’importanza che essa ha avuto per la nostra storia. Ciò che l’Italia è oggi, dipende infatti da quel che è stata in passato, e in particolare da quel punto di svolta avvenuto alla fine del 1947. Se è vero che nelle mani delle nuove generazioni si trova il futuro di questo Stato, allora, in quanto studentessa, penso sia necessario partire dal passato. Imparare dalle azioni dei nostri predecessori e studiare le leggi del nostro Paese è fondamentale per costruire l’Italia del futuro. Buon compleanno Costituzione!

Francesca Battistutta  3ªN 

Destinatari: 
Docenti
Famiglie
Personale ATA
Studenti