Skip to content Skip to navigation

Campioni al "Memorial Ezio Cernich", torneo di basket

Versione stampabilePDF version

di Kadir Bssila, 5aL

Per la quinta volta in undici edizioni disputate dal 2007, sabato 19 maggio il Marinelli si è laureato campione di Scuole a canestro per ricordare, torneo studentesco cittadino di pallacanestro maschile per scuole secondarie di secondo grado che fino alla decima edizione si è fatto conoscere come “Memorial Ezio Cernich”, nome con il quale viene tutt'ora colloquialmente chiamato. Il torneo, organizzato da due anni dall'ufficio Educazione motoria, fisica e sportiva del Ministero dell'istruzione e coordinato per Udine e provincia dal professor Claudio Bardini, ha regalato anche quest'anno impagabili emozioni e rafforzato l'identità degli ambienti studentesco e cestistico udinesi, in particolare di quello della nostra scuola. Dopo un anno di assenza dalla finale, infatti, ci siamo ripresi il titolo con lucidità e determinazione, uscendo imbattutia dalla competizione e spodestando il Malignani, vincitore uscente e tre volte campione. I nostri atleti si sono imposti con un punteggio di 79-72 (14-22, 38-42, 61-60) in una finale di Eccellenza ad alta tensione, vinta in rimonta grazie soprattutto all'incredibile spinta di un'agguerrita curva di marinelliani, dotatisi di tamburi, maglie gialle e voce da veri tifosi per supportare i propri compagni. La nota più alta dell'edizione di quest'anno è stata probabilmente proprio il clima creatosi per l'occasione in quella che è stata la tradizionale cornice dei tornei cestistici studenteschi fin dagli anni Cinquanta, il palasport Benedetti di Udine. Completamente gremito in occasione della finale per il titolo 2018, ha ospitato una giornata di grande spettacolo sportivo, di competizione sana e di comunione studentesca e cittadina.

Il Marinelli, la scuola più titolata del basket studentesco udinese, ha fatto valere ancora una volta la propria tradizione cestistica grazie allo sforzo collettivo della squadra allenata dal coach Francovicchio e supervisionata dai professori Feruglio e Bergomas, che da anni si impegnano assieme al Dipartimento di Scienze Motorie perchè la nostra scuola possa competere in ambito sportivo e soprattutto cestistico. I gialloblu liceali (quintetto base Caruso, Bazzocchi, Paolini, Tallone e Moscagiuri) hanno ribadito il 62-52 con cui avevnoa già superato il Malignani (in finale con Tomada, Vermi, Malisan, Dosmo e Nicoloso) - privo allora di Tomada - nel terzo e ultimo turno del girone di qualificazione. Gli atleti del Marinelli sono stati messi sotto all'inizio toccando un massimo svantaggio di -11 sul 16-27 in avvio di secondo quarto, con Nicoloso del Malignani autore di 9 punti già nel primo periodo.

Il capitano Nicolas Paolini di 5aG (16) ci ha per fortuna tenuto a galla durante il primo tempo, anche se l' apporto decisivo è stato ancora una volta dato dalla nostra panchina, che ha garantito un livello omogeneo tra quintetto e cambi – sono entrati tutti e 12 i giocatori disponibili - dettando un ritmo costante per tutta la durata della gara e consentendoci di affaticare i nostri avversari per avere poi migliore lucidità nel secondo tempo. Le percentuali del Marinelli al tiro da tre punti, teoricamente una nostra specialità, sono state deludenti e ci hanno costretto a rincorrere fino a quando il nostro Riccardo Visintini di 3aB, MVP e top scorer della finale con 21 punti, ha preso in mano la gara nel terzo quarto assieme a Luca Bazzocchi (12) con una serie di tiri dalla media e una precisione chirurgica ai liberi, permettendoci di mettere a segno un parziale di 15 punti. L'I.S.S. infatti, dalla lunetta ha tirato con il 50% (14 su 28) contro il 78,57% (22 su 28) del Marinelli. Durante gli ultimi minuti della partita i nostri hanno mantenuto la calma nonostante la coppa fosse sempre più vicina e il tifo fosse diventato assordante, concludendo sopra di 6 punti senza aver corso troppi rischi nel 4° quarto. Alla sirena i giocatori si sono fialmente lasciati andare e hanno dato inizio ai festeggiamenti assieme a professori e alla nostra fantastica curva. Nell'euforia generale capitan Paolini ha alzato la coppa, coach Francovicchio è stato fatto “volare” dai propri compagni/giocatori e Visitintini ha ricevuto gli applausi di tutto il Benedetti al ricevere il premio di miglior giocatore. Le premiazioni si sono concluse con la tradizionale foto di gruppo insieme agli studenti del Malignani e a tutto lo staff coinvolto in questo bellissimo evento che, ancora una volta, ha perfino superato i propri standard e ha reso onore ad una ormai consolidata tradizione udinese.

In conclusione, le parole dei nostri professori del Dipartimento di Scienze Motorie, che sottolineano la straordinarietà dell'edizione di quest'anno:

Sabato 19 maggio 2018 non rimarrà una data qualunque, chi c'era, come noi, non potrà dimenticare facilmente la finale del "Cernich".
Marinelli e Malignani hanno fatto vedere quante emozioni possa dare un momento di sport,una partita dal finale entusiasmante che i ragazzi si porteranno come ricordo per tutta la vita.
Grande tifo,grande emozione,bella vittoria.

Grazie ragazzi!

 

Destinatari: 
Docenti
Famiglie
Personale ATA
Studenti