Skip to content Skip to navigation

Alternanza scuola lavoro: l'esperienza di due marinelliane.

Versione stampabilePDF version

La scorsa estate alcuni ragazzi del Marinelli hanno, per primi, sperimentato il progetto “Alternanza scuola-lavoro” frequentando un periodo di stage presso enti e aziende del territorio friulano.

Ci raccontano la loro esperienza due studentesse, Anna Milloni di 5^H e Sara Molinari di 5^L, che sono state accolte dall'azienda “Automotive Lighting” di Tolmezzo. La ditta, appartenente al gruppo Magneti Marelli, si occupa della progettazione e della produzione di fanali posteriori per auto e rifornisce le più importanti e prestigiose case automobilistiche.

Anna Milloni 5^H

Non sapendo, ancora con certezza, come proseguire gli studi una volta finito il liceo, ho colto al volo l’occasione di frequentare uno stage in un’azienda di così alto livello per chiarirmi le idee. Ho inizialmente intrapreso un percorso economico: sono stata affiancata al finance manager che mi ha illustrato l’importante ruolo dell’ufficio finanziario all’interno di “Automotive Lighting” come la gestione dei costi, l’utilizzo dei capitali, la stesura di un budget e di un bilancio. L’ambiente era davvero entusiasmante, il personale gentile e sempre disponibile e, ovviamente, imparare partecipando a veri e propri meeting è molto più interessante che farlo dietro a un banco di scuola! Sono in seguito passata al reparto della progettazione elettronica, forse la parte più importante del fanale poiché governa tutte le sue funzioni. Lì ho partecipato ad alcuni test per nuovi prototipi e ho realizzato un mini circuito mettendo in pratica ciò che avevo imparato in quarta di Fisica: differenze di potenziali, resistenze, correnti e molto altro.

È stata un’esperienza istruttiva che, oltre ad aiutarmi nelle mie scelte future, mi ha anche dato un’idea di come sia il mondo lavorativo. Ringrazio, quindi, tutti coloro che si sono impegnati per la realizzazione di questo progetto e l’“Automotive Lighting” per avermi concesso un’opportunità che difficilmente dimenticherò. Pertanto, consiglio agli studenti cui verrà offerta un'occasione simile, di non farsela sfuggire. Vedrete che non ve ne pentirete!

Sara Molinari 5^L

Ho accettato con grande entusiasmo questa proposta formativa della scuola, perché volevo conoscere e capire il reale funzionamento di un’impresa e anche chiarirmi le idee riguardo alle scelte da fare per il futuro.

Il mio stage presso l’azienda, che si è protratto per due settimane durante il periodo estivo, è stato molto proficuo e mi ha consentito di imparare moltissime cose. Il mio obiettivo era di conoscere soprattutto il lavoro più tecnico e scientifico svolto nello stabilimento: ho avuto modo di assistere agli studi sui nuovi prototipi e ad alcuni test in laboratorio, ma soprattutto ho potuto osservare le mansioni che vengono svolte durante la giornata (dal lavoro individuale sino alla riunione con i colleghi e i responsabili) e capire le differenti funzioni dei vari settori presenti nell’azienda. Nel reparto “Research & Development”, dove ho trascorso gran parte del mio stage, affiancata a fisici e ingegneri, che si occupavano di progettazione ottica, simulazione meccanica e termica, elettronica e standardizzazione, ho anche imparato ad usare, nelle loro funzioni basilari, alcuni programmi di progettazione. Inoltre, più volte, ho avuto l’occasione di aggirarmi tra le linee produttive e il personale mi ha spigato in modo accurato le varie attività che gli addetti stavano svolgendo ed il funzionamento dei macchinari utilizzati.

Sono rimasta sorpresa dal personale, molto giovane e dinamico, motivato e dotato di grande professionalità, che sin dal primo giorno mi ha accolta con cortesia e disponibilità. Attraverso questo progetto, oltre ad aver acquisito nuove nozioni, ho potuto capire meglio come orientare i miei futuri studi. Per me è stata un’opportunità molto importante, che mi ha aiutato a crescere sia dal punto di vista formativo che personale. Ritengo sia un’esperienza che tutti dovrebbero fare almeno una volta durante il percorso di studi al liceo.

 

Anna Milloni 5^H e Sara Molinari 5^L

 

Destinatari: 
Docenti
Famiglie
Personale ATA
Studenti