Skip to content Skip to navigation

“Note di tritolo”: un progetto di educazione alla cittadinanza

Versione stampabilePDF version
strage di Piazza della Loggia fotogramma

Ricerca storica multidisciplinare, lavoro di gruppo e condivisione, riflessione su alcune pagine buie della nostra storia repubblicana: questi e altri i contenuti e i metodi del progetto di educazione alla cittadinanza proposto nel corso di quest’anno scolastico alle studentesse e agli studenti di 5L e 5N dal docente di storia e filosofia prof. Luca De Clara e approvato dai rispettivi consigli di classe.

L’idea di fondo dell’attività, denominata Note di tritolo, è che si possa investire sul proprio senso di cittadinanza a partire da una ricerca complessa su un evento della storia recente. Ai gruppi di allievi è stata infatti assegnata l’analisi di una delle tante stragi che hanno puntellato il periodo che va dalla fine degli anni Sessanta (piazza Fontana) fino ai primissimi anni Ottanta (Stazione di Bologna). Oltre alla ricerca sulle fonti e sul contesto storico-sociale, agli allievi è stato chiesto di fare una riflessione anche sugli aspetti di costume, che in maniera più “larga” consentono di inquadrare un determinato frangente storico. Decine e decine, perciò, sono state le “canzoni” più o meno famose oggetto di ascolto: dalla “Ballata dell’anarchico Pinelli” ad “Agosto” di Claudio Lolli, da “Viva l’Italia” di De Gregori al “Bombarolo” di De Andrè.

Dal lungo lavoro sono scaturite esposizioni molto ricche ed emotivamente intense, nelle quali è stata particolarmente apprezzata la capacità degli studenti di integrare i piani diversi della ricerca. Lo testimoniano – pur rappresentando solo l’atto conclusivo dell’attività – i video che, in ristretta sintesi, qui si presentano, frutto di un montaggio che, nel caso di ciascuno dei gruppi partecipanti, mostra sensibilità, cura e desiderio di arricchire il proprio bagaglio di conoscenze e valori.

 
 
Destinatari: 
Docenti
Famiglie
Studenti